BREAKING NEWS

Ospedale di Terni, mercoledì 9 agosto già convocato un tavolo tecnico sindacale

Nonostante le difficoltà a reperire personale disponibile rapidamente e delibere regionali che pongono limitazioni alle politiche di assunzione

Conoscere la malattia di Parkinson, il 25 novembre incontro pubblico all’ospedale di Terni

Ospedale di Terni, mercoledì 9 agosto già convocato un tavolo tecnico sindacale

TERNI – La direzione dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni raccoglie con interesse  il suggerimento che l’assessore regionale alla Salute alla Coesione sociale e al Welfare Luca Barberini ha espresso questa mattina, tramite lettera e nota stampa, per una rapida soluzione delle criticità rappresentate da lavoratori e sindacati; contestualmente si sente anche in dovere di rassicurare l’assessore stesso e tutti i cittadini ternani sul fatto che  in questo ultimo anno e mezzo la qualità dei servizi erogati nell’azienda ospedaliera di Terni è cresciuta, nonostante tutto e tutti e grazie al lavoro e alla collaborazione di tutti i professionisti aziendali.

La vicenda sindacale è all’attenzione della direzione aziendale, che per mercoledì 9 agosto ha già convocato un tavolo tecnico-sindacale, riconfermando quindi la disponibilità al dialogo e l’interesse a realizzare quanto già concordato con le organizzazioni sindacali lo scorso marzo. Un traguardo che al momento è rallentato sia dadifficoltà a reperire personale disponibilerapidamente, sia da delibere regionali contrastanti con questo obiettivo. In particolare le delibere contenenti limitazioni alle politiche assuntive sono la DGR n. 451 del 21.04.2017 (Rispetto limiti di spesa per il personale a tempo determinato) e la DGR n. 600 del 31.05.2017 (Atto di indirizzo sul modello organizzativo dei servizi infermieristici).

“Detto ciò – conclude il direttore generale Maurizio Dal Maso – permane alta l’attenzione della direzione alla tutela dell’interesse assistenziale dei cittadini, indipendentemente da posizioni politiche e sindacali che rischiano di non agevolare una più rapida soluzione della vertenza”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone