BREAKING NEWS

Presentato il World Tourism Expo 2012

Torna ad Assisi dal 21 al 23 settembre il World Tourism Expo firmato UNESCO, che quest’anno, alla sua terza edizione, propone importanti novità: dalla nuova location, il teatro Lyrick e il PalaEventi situati alle porte di Assisi, alla prima edizione delle Giornate della Dieta Mediterranea. Tutti gli eventi sono aperti liberamente al pubblico oltre che ai professionisti di settore. I dettagli del programma e delle novità dell’edizione 2012 del WTE sono stati illustrati nel corso della conferenza stampa di presentazione che si svolta giovedì 13 settembre 2012 al Salone d’Onore di Palazzo Donini, con la partecipazione di Fabrizio Bracco, assessore alla cultura della Regione Umbria, Claudio Ricci, sindaco di Assisi e presidente dell’Associazione Beni Italiani Unesco, Leonardo Paoletti e Franco Brunozzi consiglieri del Comune di Assisi, e Marco Citerbo, organizzatore del World Tourism Expo.

Il WTE 2012 potrà contare sulla presenza di Grecia, Marocco, Spagna, i paesi che insieme all’Italia hanno visto riconoscersi la Dieta Mediterranea come patrimonio Unesco, e molti altri siti italiani e collettive di presenze dalle regioni di Puglia, Sicilia, Lombardia, Toscana. Dall’estero parteciperanno anche Cina, Germania, Giordania, Fiandre, San Marino, Croazia, Romania. Tra i tour operator che parteciperanno ci sono anche “I Viaggi dell’Elefante”, dagli Stati Uniti “My Italian Vacation”, “Escape Artists” e inoltre “Natural Voyages” e “Gambero Rosso Travel”. Obiettivo condiviso da tutti: l’inserimento di itinerari turistici dedicati ai luoghi dichiarati beni dell’umanità nei cataloghi internazionali.

“Il Salone mondiale del turismo città e siti Unesco – ha detto l’assessore regionale al turismo, Fabrizio Bracco – rappresenta per l’Umbria e per il Paese una opportunità straordinaria. Per questo come Regione abbiamo deciso di sostenere la proposta e ci siamo offerti come partner dell’iniziativa. L’evento, che porterà ad Assisi presenze qualificate, italiane e straniere, declina l’idea progettuale che abbiamo per lo sviluppo turistico dell’Umbria, basato sulle sue eccellenze e peculiarità dettate dall’incredibile patrimonio culturale, ambientale ed artistico di questa regione fortemente ancorato alle sue radici storiche”. “Il Salone mondiale dei siti patrimonio Unesco – ha detto il presidente Associazione beni italiani patrimonio mondiale Unesco e sindaco di Assisi, Claudio Ricci – è l’unica assise a livello internazionale che ha ottenuto il patrocinio del Comitato mondiale Unesco di Parigi e l’iniziativa si tiene esattamente a distanza di quaranta anni dalla nascita della Lista del patrimonio mondiale dell’Unesco.

Il WTE – ha poi ricordato – rientra tra le iniziative incluse dal Governo nel Piano strategico di rilancio del turismo italiano ed ha lo scopo di promuovere un turismo armonico legato alle emozioni, ai ricordi e alle esperienze”. “Saranno presenti circa 100 siti italiani e stranieri – ha precisato Marco Citerbo, l’organizzatore del WTE – oltre 100 tour operator da tutto il mondo, con interesse crescente da parte degli Stati Uniti, e 45 giornalisti di cui 30 stranieri”. L’incontro dell’offerta dei siti Unesco e della domanda dell’industria del turismo sta dando importanti risultati secondo Marco Citerbo, organizzatore del WTE. Infatti, a tre anni dalla prima edizione del World Tourism Expo, i principali tour operator italiani come I Viaggi dell’Elefante, Il Tucano Viaggi Ricerca, Natural Voyages e Gruppo Alpitour hanno realizzato cataloghi dedicati a siti del World Heritage List, dimostrando particolare sensibilità a favorire la creazione di un circuito di itinerari ad alto contenuto culturale, che siano al tempo stesso invitanti, competitivi e facilmente fruibili, nel rispetto dei criteri di un turismo responsabile e sostenibile. La prima edizione delle “Giornate della Dieta Mediterranea” rappresenta la grande novità del WTE 2012. La manifestazione è nata con l’obiettivo di esaltare e far conoscere il modello nutrizionale e culturale della Dieta Mediterranea, che dal 2010 è nella lista del patrimonio immateriale dell’Unesco come esempio di eccellenza di stile di vita oltre che alimentare.

Il format dell’evento prevede un’area espositiva riservata alle aziende produttrici e aree adibite alle degustazioni. Il pubblico e gli operatori di settore potranno partecipare a convegni, degustazioni, laboratori di cucina. Noti chef diventeranno protagonisti del palco del teatro Lyrick in occasione di quattro cooking show realizzati in collaborazione con Gambero Rosso Channel. Il ballo, tra cui il tango argentino, bene immateriale Unesco, è uno degli spettacoli di intrattenimento più attesi, così come il convegno a tema, organizzato dalla redazione di Starbene, la rivista leader nel settore benessere. Primo e unico appuntamento mondiale specializzato nel turismo nelle città e nei siti UNESCO, il WTE è uno degli strumenti chiave e dei progetti più ambiziosi su cui punta la strategia di promozione turistica dei luoghi patrimonio dell’umanità, con particolare attenzione ai 47 siti italiani (iscritti al 2011), che pongono l’Italia in testa alla classifica mondiale (936 siti dislocati in 153 paesi della terra).