BREAKING NEWS

Ospedale di Terni, nuova donazione de Le Spartanes Majorettes

Con due lettini elettrici e un armadio per medicinali con cassaforte interna per il Pronto Soccorso, le majorette acquaspartane dedicano un anno di attività alle persone più vulnerabili

dav

Nuovo gesto di solidarietà da parte dell’associazione Majorettes Le Spartanes di Acquasparta, che ha donato al Pronto Soccorso/OBI di Terni due lettini telecomandati elettricamente e un armadio porta farmaci con cassaforte interna per un valore di circa 6mila euro. Anche quest’anno la cerimonia di donazione, che si è svolta giovedì 18 maggio nel parcheggio adiacente all’Oncologia, è stata accompagnata dallo spettacolo di tutte le majorettes, dai 3 ai 27 anni, che si sono esibite di fronte al direttore generale Maurizio Dal Maso, al direttore del Pronto Soccorso Giorgio Parisi e al vicedirettore Stefano Carini. Presenti anche il primo cittadino di Acquasparta Roberto Romani, il consigliere comunale di Terni Stefano De Santis, e padre Angelo Gatto, cappellano dell’ospedale di Terni.

Il direttore generale Maurizio Dal Maso, Giorgio Parisi e Stefano Carini hanno ringraziato a nome di tutta l’Azienda il direttivo dell’Associazione, composto dal presidente Adriano Luchetti, da Maria Rita Castrica, vicepresidente, Cristina Luchetti e Sonia Gregori, per il nuovo contributo, ricordando anche le precedenti donazioni fatte all’ospedale: nel 2016 un monitor multiparametrico dotato di carrello sempre per il Pronto Soccorso/OBI e negli anni precedenti una barella con schienale radiotrasparente e due emoteche, una presso il reparto Oncologia e una nella Neonatologia. Un ringraziamento particolare è stato rivolto alle istruttrici e a tutte le atlete, grandi e piccine “che ogni anno devolvono a favore delle persone più vulnerabili gli introiti della loro intensa attività, riservando all’associazione solo il rimborso delle spese vive per le trasferte e l’acquisto delle divise”.

“Siamo convinti che donare sia l’energia portante della società e l’unica terapia contro il virus dell’indifferenza. – ha detto la vicepresidente dell’associazione Maria Rita Castrica – Lo facciamo in base alle nostre possibilità, nella speranza di contribuire concretamente a migliorare ancora di più la qualità dei servizi ospedalieri, sempre e comunque in piena sinergia con la direzione e gli specialisti, che ci segnalano quello che nell’immediato è più utile per l’ospedale “.

Le Spartanes sono un’associazione folcloristica iscritta alla federazione Twirling Italia, nata nel 2010 in memoria di Claudia, una majorette acquaspartana degli anni ‘90 prematuramente scomparsa. L’associazione, che comprende attualmente 29 atlete suddivise in tre categorie (mini 3-6 anni, baby 7-13 anni e senior 13-27 anni), si dedica alla promozione dello spettacolo senza fini di lucro, quale strumento di identità culturale, crescita individuale e coesione sociale, unita a finalità di altruismo e solidarietà. In sette anni, grazie alla loro intensa attività, Le Spartanes sono riuscite a fare importanti donazioni anche al di fuori dell’ospedale di Terni: un carrello-tenda per calamità naturali alla Protezione Civile di Acquasparta, un cospicuo assegno all’AIRC, una giornata al mare per i bambini del centro Madre Speranza di Fratta Todina, una borsa di studio ai ragazzi del Lied Tedesco e in collaborazione con gli sbandieratori di San Gemini hanno raccolto fondi per le cure all’estero della dottoressa Serena Grigioni e della piccola Rebecca.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone