BREAKING NEWS

Ospedale di Terni, la Medicina interna apre tre nuovi ambulatori

All’ospedale di Terni da lunedì 4 marzo la struttura di Medicina Interna, diretta dal professor Gaetano Vaudo, apre tre nuovi ambulatori per pazienti a rischio cardiovascolare: uno per la diagnosi e il trattamento delle cosiddette dislipidemiecome l’aumento di colesterolo e trigliceridi nel sangue (attivo di venerdì), uno per la diagnostica strumentale vascolare (lunedì) e un altro dedicato alle visite per l’osteoporosi (giovedì). Le nuove attività, cui si può accedere tramite prenotazione CUP con richiesta del proprio medico di medicina generale, andranno ad integrare le prestazioni ambulatoriali già disponibili, comprese le valutazioni specialistiche e strumentali facenti capo al Centro Ipertensione Arteriosa, le visite specialistiche internistiche e di immunologia clinica.

L’obiettivo è quello di ampliare il ventaglio di prestazioni specialistiche a supporto dell’attività dei medici di medicina generale nella gestione di condizioni cliniche ad elevata complessità che pongono i pazienti a rischio cardiovascolare elevato, come le malattie del ricambio lipidico, l’ipertensione arteriosa e l’arteriosclerosi pre-clinica – spiega il prof. Vaudo – al fine di cooperare nel perseguire l’obiettivo di ridurre l’incidenza di patologie cardiovascolari, quali infarto del miocardio ed ictus ischemico, che anche alle nostre latitudini costituiscono ancora la prima causa di morte, oltre alla possibilità di affrontare la malattia osteoporotica con tutte le sue invalidanti complicanze nella maniera più idonea e aggiornata”.

A confermare la sempre più efficace ed efficiente sinergia di intenti tra medicina specialistica e territoriale – aggiunge il dottor Giacomo Pucci, responsabile del Centro Ipertensione Arteriosa dell’Azienda Ospedaliera di Terni e coordinatore regionale della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA) – sono i dati di attività che registra annualmente il nostro centro:  quasi 1000 prestazioni tra visite specialistiche, ECG, monitoraggio pressorio 24 ore ed ecografia cardiaca, senza considerare tutta l’attività intraospedaliera di consulenza per il Pronto Soccorso e altri reparti”.

Le nuove attività ambulatoriali saranno presentate in occasione del Congresso delle Sezioni Regionali della SIIA e della SISA (Società Italiana per lo Studio dell’Aterosclerosi), che si terrà sabato 2 marzo presso l’hotel Terra Umbra a Narni. Il congresso rappresenterà l’occasione per discutere sul ruolo della prevenzione primaria a livello di popolazione, sull’impatto di fattori di rischio emergenti e sull’efficacia di nuove strategie ed obiettivi terapeutici, anche alla luce delle recenti linee-guida.