BREAKING NEWS

Ospedale di Terni, completata la prima tranche di ristrutturazione dello spogliatoio del personale

cof

Pronte le prime 230 postazioni, entro i prossimi due mesi la consegna delle altre 220

Terni, 17 aprile 2018 – All’ospedale di Terni si sono conclusi i lavori di ristrutturazione dalla prima metà degli spazi adibiti a spogliatoi del personale al primo piano seminterrato. Il 16 aprile è stato infatti consegnato l’intero spogliatoio maschile e parte di quello femminile per un totale di circa 230 postazioni. La parte restante delle postazioni sarà pronta entro la fine di giugno, appena ultimati i lavori dell’ultimo lotto della ristrutturazione.
Iniziati a metà dello scorso ottobre, gli interventi comportano la ristrutturazione integrale dell’area (471 mq), per un investimento complessivo di circa 172 mila euro, e sono stati programmati a lotti temporalmente separati, anche a costo di qualche lieve ritardo rispetto a quanto previsto, in modo da garantire sempre parte del servizio spogliatoio durante i lavori.
“Lo spogliatoio è stato rinnovato nel rispetto delle norme di sicurezza e igienico-sanitarie – spiega la responsabile del SITRO Agnese Barsacchi, che ha seguito i lavori insieme all’ufficio tecnico – ed è privo di barriere architettoniche. I bagni e le docce, completamente rinnovati, sono in numero adeguato al totale dei dipendenti che fruiscono dello spogliatoio (1:10). Sono stati rinnovati tutti gli armadietti sanitari, con separata colonna sporco/pulito, e non è stato trascurato neppure l’aspetto estetico, poiché i locali sono stati tinteggiati con colori luminosi ma rilassanti”.
Si tratta di opere di manutenzione straordinaria che riguardano il rifacimento di pavimenti e rivestimenti pareti (dopo rimozione di carta da parati, sanificazione e tinteggiatura), la predisposizione degli ambienti alla normativa antincendio, l’installazione di sistemi di controllo per l’accesso, nuovi arredi (armadietti in laminato e panche per sedute) e impianti di illuminazione e di aspirazione rispondenti a moderni criteri tecnologici. In particolare, in base alla normativa di riferimento e all’esigenza di contenere i consumi di energia elettrica, il rifacimento dell’intero impianto di illuminazione ha comportato la rimozione dei corpi illuminanti esistenti e la posa in opera di nuovi corpi illuminanti con tecnologia LED.
Una volta completata la ristrutturazione sull’intera area, i locali saranno utilizzati dalla maggior parte del personale sanitario con l’eccezione di coloro che, all’interno di alcune unità operative ad alta intensità assistenziale (per es. malattie infettive, riabilitazioni intensive, centro dialisi, sale operatorie…), già usufruiscono di spogliatoi propri.