BREAKING NEWS

Mirandola un anno dopo

Il centro storico della città torna a vivere dopo il sisma del 2012

Ad un anno dal devastante sisma che ha sconvolto l’Emilia, Mirandola rinasce con una serie di concerti, eventi e spettacoli che riaccendono le luci sul centro storico della città pesantemente colpita dal terremoto del maggio 2012.
Con il titolo di “Mirandola, una città per me” torna in centro dal 16 al 20 maggio l’evento che coniuga spettacolo e gastronomia sospeso 12 mesi fa proprio a causa degli eventi sismici. Protagonisti del programma tanti artisti che saranno testimonial di questa rinascita insieme ai cittadini, ai commercianti e alle aziende che in questi mesi non si sono mai abbattuti e che non hanno mai smesso di lottare per un ritorno alla normalità che sembrava impossibile. Malgrado i danni siano stati devastanti non solo sugli edifici ma anche sulla vita economica, sociale e culturale della città, nessuno davanti alla tragedia si è arreso, e questo evento ne è la dimostrazione.
Fra i tanti eventi in programma quello di domenica 19 si preannuncia carico di energia ed emozioni: alle 21:00 sul palco di Piazza Costituente salirà Paolo Belli, un artista che nella fase più dura dell’emergenza post-sisma ha dato il suo importante contributo alla ripartenza del nostro territorio, impegnandosi in prima persona. Belli e la sua Big Band coinvolgeranno il pubblico con la loro carica travolgente e con un repertorio che spazia dal funk al pop, dal jazz allo swing con uno stile unico e inconfondibile.
Giovedì 16 l’inaugurazione sarà affidata al Coro Mousikè composto da 40 talentuose voci del territorio.
Venerdì 17 invece sarà “La Notte della Fenice” ad animare il centro storico con musica e divertimento nelle strade e nelle piazze riaperte con la partecipazione di tanti musicisti emiliani chiamati a raccolta per l’occasione.
Sabato 18 a partire dalle ore 19:00 è previsto poi il passaggio della Mille Miglia, la corsa per auto storiche più bella del mondo. Sempre sabato i Rio presenteranno dal vivo in anteprima il loro nuovo album “FIORI” nel quale è contenuto un brano dal titolo “Terre Mosse”, dedicato al coraggio di questa comunità.
Lunedì 20 sera il gran finale con La Nostra Storia Infinita, una spettacolare proiezione in cui la facciata del municipio danneggiato dal sisma, diventerà la scenografia naturale di un emozionante viaggio in 3D dedicato alla storia della città che, come la Fenice, rinasce dalle proprie ceneri.

Altra protagonista la gastronomia: fra gli stand in Piazza sarà a disposizione dei visitatori una vasta gamma di prodotti tipici con aree di degustazione. L’area gastronomica sarà gestita dagli chef che si sono messi a disposizione come volontari nei drammatici giorni dopo il terremoto per lavorare nelle cucine di molti campi. Ogni sera verrà proposto un menu diverso ispirato ai sapori della tradizione e per la preparazione dei piatti verranno utilizzati prodotti delle aziende del territorio, fra cui quelle aderenti a Terre Mosse, la Rete di Imprese danneggiate dal sisma.

Alla settimana di concerti, eventi e spettacoli seguirà un ampio programma celebrativo con il quale il Comune, insieme ed altri soggetti del territorio, intende ricordare le vittime del sisma e guardare avanti nella rinascita della città”

Info su www.mirandola-per-me.it