BREAKING NEWS

L’Oro di Spello, il programma 2015

L’olio e i tesori di Spello protagonisti del weekend 20-22 novembre

L’olio e i tesori di Spello protagonisti del weekend 20-22 novembre

Spello, 18 novembre 2015 – Versione sempre attuale e rinnovata della tradizionale “Festa dell’olivo e Sagra della bruschetta”, L’Oro di Spello, uno dei grandi protagonisti del quarto weekend di Frantoi Aperti, dal 20 al 22 novembre porterà in scena la cultura, le tradizioni e l’enogastronomia che gravitano intorno al prodotto che meglio caratterizza e rappresenta il territorio: l’olio extravergine di oliva. L’edizione 2015 de L’Oro di Spello è stata presentata il 18 novembre nel palazzo comunale di Spello alla presenza del sindaco Moreno Landrini, dell’assessore alla cultura e al turismo Irene Falcinelli, del presidente della Pro Spello Umberto Natale e del presidente della Strada dell’Olio Extravergine d’Oliva Dop Umbria Paolo Morbidoni.

Il programma del weekend inizia venerdì (ore 14-20) con un corso gratuito e degustazione finale di pane casareccio all’olio e con olive (prenotazione obbligatoria al 335 5964395), per proseguire il sabato e la domenica con una mostra mercato con esposizione e degustazioni di olio, vini, bruschette (anche in versione gluten free) e altri prodotti tipici a cura dei produttori locali, menu a tema nei ristoranti e nelle taverne (aperte a pranzo e a cena) e porte aperte in tutti i frantoi di Spello. Faranno da cornice la mostra di florovivaismo dedicata agli ulivi e alle essenze autunnali, la mostra di trattori d’epoca, il mercatino hobby e retrò e una mostra fotografica storica. Il sabato spettacoli di intrattenimento con musica dal vivo in piazza (Baldo e Papero), una commedia dialettale “Menù” al Teatro Subasio e giochi popolari per grandi e piccini. I più curiosi potranno poi approfondire gli aspetti legati ai benefici di un corretto consumo di olio extravergine per la salute e potranno salire in navetta per partecipare ad una lezione itinerante gratuita di coltivazione e raccolta delle olive. Quest’anno l’evento ospita anche il primo raduno per camperisti “pane e olio” con sosta camper nell’area Osteriaccia, pastasciutta per il pranzo domenicale, card sconti negli esercizi commerciali convenzionati e la possibilità di partecipare il sabato ad una visita guidata alla Pinacoteca e al Palazzo Comunale (informazioni e prenotazioni: Associazione “Le Sorgenti” di Nocera Umbra 0742 812290 – 3929515988 – 3472421843). Come sempre sarà il folclore a chiudere simbolicamente l’evento, la domenica pomeriggio, con la tradizionale sfilata dei carri allestiti con tanti prodotti agricoli che dalle campagne salgono fino al centro storico per festeggiare, tra musica e allegria, la fine della raccolta (la “Benfinita”).

“La Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta – ha affermato il sindaco Moreno Landrini – da ben 54 anni rappresenta per Spello il punto di riferimento per la valorizzazione delle risorse del nostro territorio e per uno stile di vita che unisce l’alimentazione alla salute promuovendo al tempo stesso luoghi e paesaggi unici. Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che si impegnano per tramandare un evento che oggi è espressione di un percorso più ampio, volto a identificare non solo i singoli territori ma l’intera Umbria con l’olio d’oliva”.

“L’Umbria con il suo olio, più volte protagonista di Expo 2015, – ha sottolineato l’assessora al turismo Irene Falcinelli – è un elemento portante sia per la promozione del nostro paese sia come fattore di sviluppo economico. Nel solco della tradizione, la manifestazione presenta alcuni elementi innovativi che permetteranno di conoscere tutti i nostri produttori e di intraprendere insieme a loro un percorso di valorizzazione. L’unione tra turismo e agroalimentare, territorio e qualità della vita è la via da seguire per l’ulteriore crescita del nostro territorio”.

“Nata nel 1963 per volontà della Pro Spello come Festa dell’olivo e Sagra della bruschetta – ha ricordato Umberto Natale – l’Oro di Spello è una delle più antiche feste dell’olio non solo dell’Umbria ma di tutta Italia, che continua a vivere grazie alla passione e all’impegno dei cittadini e delle associazioni e grazie all’amministrazione comunale con cui da sempre la Pro Spello condivide eventi e iniziative. Tradizione è cultura ed è importante trasmettere alle nuove generazioni i valori del nostro territorio, per questo anche la scuola ha un ruolo importante all’interno della manifestazione”. In questo contesto si inseriscono le iniziative realizzate dai bambini dell’Istituto comprensivo G. Ferraris di Spello diretto da Maria Grazia Giampè.

L’Oro di Spello rientra nel programma 2015 di Frantoi Aperti. “Continuare a lavorare insieme e a fare rete – ha precisato Paolo Morbidoni – per la qualità e la reputazione dell’olio del nostro territorio (che vanta una sola Dop, un solo consorzio di tutela e una sola strada) può farci fare quel salto di qualità che ci può garantire anche un fattore competitivo importante sul mercato”.