BREAKING NEWS

Infiorate di Spello, 1 e 2 giugno 2013, Dal tramonto all’alba…

...tappeti e quadri floreali lungo le strade del borgo che sarà animato da concorsi e workshop fotografici, mostre, musica e gustosi menu floreali nella nuova Taverna degli Infioratori

Per la festa del Corpus Domini tornano le artistiche Infiorate di Spello. L’appuntamento per il 2013 è il 1 e 2 giugno, durante quella che è divenuta una delle Infiorate più conosciute e apprezzate in Italia e nel mondo, ma la città già dal 25 maggio comincia ad animarsi con tante iniziative, in attesa della lunga Notte dei fiori. Quest’anno l’evento introduce numerose novità e rafforza la partecipazione delle nuove generazioni, alle quali è affidato il futuro dell’evento.

Profondamente radicato nella comunità e capace di coinvolgere migliaia di visitatori (circa 80mila in un weekend), l’evento artistico e religioso che festeggia il Corpus Domini negli ultimi anni si è arricchito di numerose iniziative collaterali, in gran parte gratuite e ad ingresso libero: mostre, concorsi e workshop di fotografia, cake design floreale, che si aggiungono alle iniziative più tradizionali come la mostra di ricamo floreale allestita nel Museo delle Infiorate, la mostra mercato di florovivasimo nei giardini pubblici della città, il tutto condito da scene di “capatura” dei fiori nelle vie del centro storico, dagli allestimenti floreali che trasformano la città grazie al concorso di “Finestre, balconi e vicoli fioriti”, dall’allegro trenino turistico che accompagna i visitatori dai parcheggi ai principali punti di accesso al centro storico e dalla musica dal vivo che farà da colonna sonora animando l’intero borgo.

Tra le novità di quest’anno l’attenzione va sulla nuova Taverna degli Infioratori, che dal 25 maggio al 2 giugno proporrà menu a base di fiori sotto il coordinamento dello chef campione del mondo di cucina (1998) Roberto Sebastianelli (ristorante Fiorfrì a Ostra Vetere), e di Eros Ciancaleoni (pizzorante Millematti, Viole di Assisi) con le sue pizze ai fiori e birra ai fiori di luppolo, anche in versione gluten-free.

E non solo! Gli artisti più giovani di Spello, i futuri “Maestri Infioratori”, tornano a giocare un ruolo da protagonisti. Oltre al premio per la categoria “Under 14”, già previsto da anni nell’ambito del concorso annuale delle Infiorate, da quest’anno daranno ufficialmente il loro contributo anche i baby-infioratori della scuola materna dell’Istituto Omnicomprensivo di Spello. E’ l’Accademia dei boccioli, un vero e proprio gruppo di avviamento alle infiorate che sarà supportato dall’Associazione in tutte le attività. Un gesto particolarmente importante per garantire il futuro delle infiorate, che è nelle mani delle nuove generazioni. Le infiorate di Spello si aprono anche agli istituti d’arte: da quest’anno, per la prima volta, Spello accoglierà gli studenti del liceo artistico Bernardino di Betto di Perugia che, dopo questa prima esperienza formativa, potranno essere ammessi al concorso a partire dal prossimo anno, mentre le tecniche dell’infiorata entreranno nell’offerta formativa della scuola.

In materia di arte Spello, durante le infiorate, offrirà un servizio completo. Restano infatti confermate anche per il 2013 la straordinaria apertura notturna della Pinacoteca Civica e le visite guidate di Infiorart (il sabato sera e la domenica mattina) ai siti d’arte e ai tappeti floreali. Tutto questo e altro ancora avviene durante la “Notte dei fiori”, la veglia notturna in cui gli infioratori traspongono i bozzetti sulle strade e li realizzano con milioni di petali di fiori in attesa della processione domenicale.

IL PROGRAMMA 2013

SABATO 25 MAGGIO
Ore 11,00 Museo delle Infiorate, Piazza della Repubblica
• Apertura del Museo delle Infiorate
• Inaugurazione della 7° edizione della Mostra-concorso di Ricamo a tema floreale “Il fiore ricamato e…”
• Inaugurazione della mostra-concorso “Torte in fiore – Flower Cake Design 2013”
Ore 15,00-19,00 Taverna degli Infioratori, Piazza della Repubblica
• Corso di cake design per adulti “Le romantiche petunie” a cura di Rosaria Garzone
Ore 20,00 Taverna degli Infioratori, Piazza della Repubblica
• Inaugurazione della “Taverna degli Infioratori”con menù a base di fiori
Ore 21,00 Piazza della Repubblica
• Capatura dei fiori “M’ama non m’ama”
Dalle ore 21,15 Piazza della Repubblica
• “La cantina del Zì Socrate”, Musica dal vivo

DOMENICA 26 MAGGIO
Ore 9,30-13,30 Taverna degli Infioratori, Piazza della Repubblica
• Corso di cake design per adulti “Minicakes in fiore” a cura di Imma Bonavoglia
Ore 10,00-13,00/15,00-18,00 Museo delle Infiorate
• Mostra – concorso “Torte in fiore – Flower Cake Design 2013”
Ore 15,00-18,00 Taverna degli infioratori
• Corso di cake design per bambini ”I fiori e la coccinella zuccherina” a cura di Eleonora Mannocci
Ore 16,30-18,00 Piazza della Repubblica
• Dimostrazione pubblica di Flower cake design a cura di Imma Bonavoglia e Rosaria Garzone
Ore 18,00 Piazza delle Repubblica
• Premiazioni dei concorsi “Torte in fiore – Flower Cake Design 2013” e “Il Fiore ricamato”

MERCOLEDI’ 29 MAGGIO
Ore 17,30 Chiesa di San Michele Arcangelo
• “I fiori nella storia dell’arte”Dialoghi e conversazioni sulla simbologia dei fiori dal tardo medioevo all’età moderna – A cura del Prof. Alberto D’Atanasio nell’ambito dei Corsi d’Arte della Fondazione Marchionni. A seguire aperitivo a base floreale
Dalle ore 22,00 Centro storico
• “Ora di Faber”, Musica dal vivo

GIOVEDI‘ 30 MAGGIO
Ore 10,00 Chiesa di San Michele Arcangelo
• Incontro con gli studenti dei licei “I fiori nella storia dell’arte”. Dialoghi e conversazioni sulla simbologia dei fiori dal tardo medioevo all’età moderna – A cura del Prof. Alberto D’Atanasio nell’ambito dei Corsi d’Arte della Fondazione Marchionni.

Ore 18,00 Chiesa di Santa Maria Maggiore
• Santa Messa per gli Infioratori
Dalle ore 22,00 Centro storico
• “Iseiottavi”, Musica dal vivo

VENERDI’ 31 MAGGIO
Ore 22,00 Chiesa di Sant’Andrea
• “Ensemble Micrologus”, Concerto di musica medievale

SABATO 1 GIUGNO
Ore 10,00 Giardini Pubblici
• Inaugurazione della VIII edizione della mostra mercato di Florovivaismo “Spello in Fiore”
Ore 11,00 Chiesa di San Gregorio Magno, Via Giulia
• Inaugurazione Mostra Fotografica Storica – A cura del Circolo Cinefoto Amatori Hispellum
Ore 16,00 Centro Storico
• “Disegnatori all’opera” – Inizio dei lavori di realizzazione delle opere sul selciato
Dalle 17,00 Via Centrale Umbra
• Giochi gonfiabili per bambini
Dalle ore 20,30 ritrovo presso i Giardini pubblici
• Workshop di fotografia con Marianna Santoni – 14 ore no stop per raccontare con le
immagini la Notte dei fiori di Spello
Ore 21,00
• Infiorart: Visite notturne guidate dei siti d’arte della città ed ai tappeti floreali.
Gruppi di massimo 50 persone. Tel. 0742301497 / 0742300034-39 (*)

DOMENICA 2 GIUGNO
Ore 06,30
• Infiorart: Visite guidate dei siti d’arte della città ed ai tappeti floreali (*)
Ore 08,00
• Termine dei Quadri e dei Tappeti floreali
• Inizio delle selezioni della giuria
Dalle ore 08,00 Piazza della Repubblica
• Annullo filatelico “Infiorate di Spello 2013” realizzato dal prof. Eros Donnini
Ore 10,00
• Celebrazione della Santa Messa presieduta da Mons. G. Sigismondi, Vescovo di Foligno
Ore 11,00 Uscita dalla Chiesa di Santa Maria Maggiore
• Solenne processione del Corpus Domini
Dalle 11,00 Via Centrale Umbra
• Giochi gonfiabili per bambini
Ore 17,00 Piazza della Repubblica
• Aspettando la premiazione … Musica dal vivo
Ore 18,30 Piazza della Repubblica
• Premiazione concorso Infiorate 2013

LE INIZIATIVE: EVENTI E SERVIZI

IL FIORE IN BOCCA…
• La Taverna degli Infioratori: dal 25 maggio apre finalmente le sue porte a turisti e visitatori con menu a base di fiori. La taverna servirà anche birra ai fiori di luppolo e pizze gluten-free.

• Flower Cake Design (25-26 maggio 2013) prima edizione di cake design a tema rigorosamente floreale. L’iniziativa prevede una serie di corsi per adulti e bambini, e un vero e proprio concorso che si svolge il 25 e 26 maggio. Dopo la votazione della giuria tecnica (domenica 26 maggio) la giuria popolare tramite i “Like” di Facebook potrà dare la sua preferenza fino al 3 giugno alle ore 12.

LE MOSTRE
• Museo delle Infiorate (Piazza Repubblica): Mostra dei bozzetti dei Maestri Infioratori; proiezione di video; ricerche botaniche; foto delle classifiche 2005-12 e delle Infiorate realizzate in Italia e all’estero.

• Mostra di Ricamo floreale (Museo delle Infiorate, Piazza Repubblica): Esposizione dei lavori di ricamo presentati al concorso 2013, e delle opere premiate e segnalate nelle passate edizioni del Concorso di ricamo a mano “Il fiore ricamato”.

• Mostra fotografica storica (Chiesa S.Gregorio Magno Via Giulia): A cura del Circolo Cine Foto Amatori Hispellum.

• Mostra mercato di Florovivaismo e articoli d’arredo esterno – VII Edizione (Giardini pubblici): Spello, Giardini in fiore. Espositori italiani e umbri selezionati per tipicità e qualità di produzione.

FOTOGRAFIA
• XXIV Concorso nazionale di Arte fotografica: a cura del Circolo Cine Foto Amatori Hispellum. Info: cinefotohispellum@libero.it; informagiovanispello@libero.it; tel. 347-5813929.

• Workshop fotografico ufficiale dell’Infiorata di Spello 2013 “Dal tramonto all’alba”: a cura di Marianna Santoni. E’ rivolto a fotografi professionisti, fotoamatori, curiosi e viaggiatori… Dalle ore 20,30 di SABATO 1 giugno alle ore 10 di DOMENICA 2 giugno. Punti di incontro ai giardini pubblici di Spello.
http://www.mariannasantoni.com

LE DECORAZIONI DELLA CITTÀ
• Dal 1 maggio al 31 luglio tutta la città si trasforma con la IX edizione di “Finestre, Balconi e Vicoli fioriti” Concorso nazionale “Comuni fioriti 2013”, organizzato dalla Pro Loco di Spello. Nato con l’obiettivo di incentivare e promuovere i valori ambientali e turistici della città, il concorso prevede decorazioni floreali di vicoli e particolari abitativi esterni (porticati, scale, angoli caratteristici, ringhiere, davanzali, terrazzi e balconi ma anche orti e giardini).

LA MUSICA
• Dal 25 maggio al 2 giugno i turisti saranno intrattenuti da gruppi musicali con repertori di musica sacra, popolare, classica e jazz.

INFO POINT E GUIDA DI SPELLO
• Due Info Point saranno allestiti nei punti di accesso principali di Spello. La Guida alle Infiorate e a Spello sarà disponibile nei punti di accoglienza, insieme a numerosi gadget in vendita, e sarà distribuita ai parcheggi.

VISITE GUIDATE NOTTURNE
• Straordinaria Apertura Notturna della Pinacoteca Civica di Spello sabato 1 giugno dalle ore 22 alle 01.00.
• Infiorart, Visite guidate notturne dei siti d’arte della città e dei tappeti floreali con partenza dalla Chiesa Santa M. Maggiore, sabato 1 giugno alle ore 21 e domenica 2 giugno alle ore 6,30 (per gruppi di max 50 persone a visita).
Info: spello@sistemamuseo.it; cultura@comune.spello.pg.it; 0742301497/300034-39

TRENINO TURISTICO
• Dai parcheggi ai principali punti di accesso del centro storico.

AREE SOSTA PER CAMPER
• “L’ISOLA VERDE” DEL FRANTOIO DI SPELLO – Località Banche (ai piedi del centro) – Uscita dalla E45: Spello, oppure (consigliata) Foligno Nord – seguire indicazioni – A 400 mt dal centro storico – Info e prenotazioni: +39 0742-651662; +39 328-7560947 > Area sosta per 100 posti camper, parzialmente ombreggiata e asfaltata, rifornimento acqua, doccia e servizi igienici. Ogni anno offre ai visitatori: fermata trenino turistico per il centro, maxi schermo con proiezione delle immagini delle infiorate, degustazioni di olio extravergine di oliva e prodotti tipici locali.
• PARCHEGGIO DEI CAMPI SPORTIVI – Località Osteriaccia – Via Centrale Umbra – Uscita dalla E45: Spello – seguire indicazioni. A 400 mt dal centro storico. Info e prenotazioni: Polisportiva Julia +39 0742-652676 > Area sosta prevalentemente asfaltata e illuminata per circa 300 posti camper. Camper service adiacente: Porta Consolare, all’ingresso del centro storico. Info: VV. UU. tel. +39 0742.651221 > Acqua, pozzetto.

INFORMAZIONI TURISTICHE
Percorsi e visite guidate alla scoperta del meraviglioso museo all’aperto che è la città di Spello.
Prenotazioni e informazioni:
• Pro Loco IAT Spello: piazza Matteotti 3; 0742-301009; info@prospello.it; www.prospello.it; aperto tutti i giorni ore 9,30-12,30 e 15,30-17,30; il sabato dell’infiorata aperto fino a tarda notte.
• Info Point Sistema Museo: via Tempio di Diana 9; 0742-302239 spello@sistemamuseo.it; www.sistemamuseo.it; aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle 13.

Ci puoi seguire anche su facebook e Twitter…
… ma l’unico modo per vivere la magia delle Infiorate
è partecipare insieme a noi alla Notte dei Fiori!

IL FIORE IN BOCCA!

La nuova Taverna degli Infioratori
in Piazza della Repubblica

L’offerta della città di Spello si arricchisce di gusto riscoprendo e valorizzando le erbe e i fiori come una sfiziosa alternativa ai condimenti tradizionali.

Ogni sera dal 25 maggio al 2 giugno la nuova TAVERNA DEGLI INFIORATORI apre finalmente le sue porte a turisti e visitatori con menu a base di prodotti tipici locali e i fiori del territorio.

A coordinarla l’esuberante Roberto Sebastianelli – chef campione del mondo che nel 1998 portò nelle Marche la “Culinary World Cup” – titolare del ristorante “Fiorfrì” (Ostra Vetere) interamente dedicato alla cucina di cibi tradizionali accompagnati dal profumo, dal colore e dal fascino dei fiori.

Per completare l’offerta culinaria, Eros Ciancaleoni del Millematti di Assisi, Pizzorante dal 1980, preparerà le sue pizze gourmet, anche senza glutine, con i profumi e i colori dei fiori, accompagnate da una speciale birra artigianale.

Alcune delle specialità floreali proposte in Taverna

Menu Margherita:
Rotolino di pollo alle rose in letto di misticanza e violette, con giardinetto di verdure croccanti
Carpaccino di suino al sambuco
Insalatina di fiori
Tagliatella alle rose con salsa di lavanda, pancetta croccante, guarnizione di rose
Ciambellone alla lavanda con salsa di frutta

Menu Girasole
Rotolino di pollo alle rose in letto di misticanza e violette, con giardinetto di verdure croccanti
Carpaccino di suino al sambuco
Insalatina di fiori
Tagliatella alle rose con salsa di lavanda, pancetta croccante, guarnizione di rose
Rosetta di suino e tacchino con salsa demiglace e crescione con patate al curry e salvia
insalatina di fiori
Ciambellone alla lavanda con salsa di frutta

Pizza gourmet con formaggio fresco e fiori
Pizza classica con ingredienti a scelta, anche senza glutine

Birra Artigianale ai fiori di luppolo

SULLE STRADE FIORITE DI SPELLO…

….piccoli artisti crescono

UNA LUNGA TRADIZIONE CHE CONTINUA CON I GIOVANISSIMI…
Dei 2.000 spellani coinvolti nella preparazione e nella realizzazione delle Infiorate del Corpus Domini oltre 300 sono bambini e giovanissimi sotto i 14 anni.

NESSUN DORMA! INIZIA LA NOTTE DEI FIORI
Ogni gruppo di infioratori si organizza per preparare torte, panini, bibite calde e caffè per vincere il sonno durante i lavori. Infatti nessuno va a letto a Spello il sabato delle Infiorate, neppure i bambini…. Magari qualcuno farà dei turni e chiuderà un occhio su qualche sdraio sotto le strutture protettive, ma l’atmosfera magica che si respira tra i vicoli, la frenesia dei lavori, la speranza di realizzare l’opera più bella e la voglia di dare un contributo di valore e di sentirsi “grandi” come i grandi… tengono tutti svegli.

L’ORGOGLIO DI PARTECIPARE
L’impegno dei bambini di tutte le età è davvero sorprendente. Come i grandi, restano chini a terra per quasi 12 ore consecutive, selezionando minuziosamente i fiori triturati, separandoli in base ai colori e deponendoli sull’asfalto. Leggeri, minuti, agili ed elastici come dei contorsionisti, ai giovanissimi spetta molto spesso il compito di curare i ritocchi finali dei tappeti e dei quadri. Tra grida festose, musica e allegria… ciò che più colpisce è che anche i più piccoli sanno che non si tratta solo di un gioco e si impegnano con l’orgoglio di chi è consapevole di fare qualcosa di importante per la comunità e la tradizione artistica della città.
Capaci di reinterpretare temi religiosi e di solidarietà umana con grande originalità e freschezza, agli artisti più giovani di Spello, i futuri Maestri Infioratori è riservato un ruolo speciale tanto che premi e segnalazioni speciali sono previsti nell’ambito del Concorso annuale delle Infiorate (Categoria “Under 14”).

L’ACCADEMIA DEI BOCCIOLI
Da quest’anno la città di Spello potrà vantare anche la presenza di un gruppo di baby-infioratori della scuola materna dell’Istituto Omnicomprensivo di Spello. E’ l’Accademia dei boccioli, un gruppo di avviamento alle infiorate che sarà supportato dall’Associazione in tutte le attività di preparazione e realizzazione dell’infiorata. Un gesto particolarmente importante per garantire il futuro delle infiorate, che è nelle mani delle nuove generazioni.

e giovani artisti arrivano…

Vera e propria espressione d’arte, con un valore tecnico oltre che religioso e socio-culturale, le Infiorate di Spello quest’anno accoglieranno anche gli studenti del liceo artistico Bernardino di Betto di Perugia, e dal prossimo anno scolastico saranno inserite nell’offerta formativa della scuola.
La partecipazione del liceo perugino è stata promossa dall’associazione “Le infiorate di Spello” e vede coinvolto anche il Lions Club Foligno, che darà un contributo per la realizzazione di un’opera floreale dal tema “Dall’abuso sui minori alla violenza alle donne: combattiamo il silenzio”.
L’iniziativa vuole aprire la manifestazione agli istituti ad indirizzo artistico, che possono trovare nelle infiorate un modo originale per sperimentare forme alternative di arte e per esprimere le loro potenzialità. L’idea è quella di ammetterli, dopo una prima esperienza formativa, all’interno del concorso a partire dal prossimo anno.

IX edizione “Finestre, Balconi e Vicoli fioriti”
Concorso nazionale “Comuni fioriti 2013”
Citta’ di Spello (Pg)

Concorso Europeo “Entente Florale 2013”

A cura della Pro Loco – IAT Spello

1 maggio – 31 luglio

Dal 1 maggio al 31 luglio tutta la città si trasforma in occasione della nona edizione di “Finestre, balconi e vicoli fioriti”, concorso nazionale “Comuni fioriti 2013” che negli ultimi tre anni ha registrato veri e propri record di adesioni.

Promosso dalla Pro Loco – IAT Spello – in collaborazione con il Comune di Spello, l’Associazione Le Infiorate di Spello e con il patrocinio della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia -, il concorso si pone l’obiettivo di incentivare e promuovere i valori estetici, ambientali e turistici della città atraverso abbellimenti e decorazioni floreali di vicoli balconi, finestre, angoli caratteristici e spazi urbani.

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti i residenti e proprietari di immobili nei centri storici di Spello e Collepino.

Tra i colori e i profumi dei fiori, tutti i visitatori potranno riconoscere ed ammirare gli allestimenti in concorso grazie a cartelli numerati esposti in modo visibile sui vicoli, sui balconi, sui davanzali e sulle altre strutture che partecipano al concorso.

Le decorazioni saranno premiate in base ai seguenti criteri: la combinazione dei colori dei fiori; una sana e rigogliosa crescita degli stessi; il mantenimento durante tutto il periodo del concorso; l’originalità dei lavori; il recupero e l’abbellimento di strutture edilizie ed architettoniche tipiche; l’inserimento armonico nel contesto urbano e paesaggistico.

La premiazione dei vincitori sarà celebrata domenica 23 giugno alle ore 21.

Informazioni:

PRO LOCO – IAT SPELLO
Aperto tutti i giorni compresa la domenica dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,30.
Orario prolungato nel weekend delle Infiorate.
Sabato 1 giugno: ore 9,30-12,30; ore 15,30–19,00; ore 21,00-22,30.
Domenica 2 giugno: ore 8,30-13,00; ore 15,30-17,30.
Info: 0742-301009 – info@prospello.it www.prospello.it

MOSTRA MERCATO DI FLOROVIVAISMO
“Spello, Giardini in fiore” VI Edizione

Gardini pubblici

Torna la mostra mercato di florovivasimo organizzata in occasione delle Infiorate del Corpus Domini; l’appuntamento con tutti gli appassionati e i professionisti del verde è il 1 e 2 giugno 2013, nei giardini che si trovano ai piedi dello splendido borgo umbro.

La mostra, inserita nel programma de “Le Infiorate di Spello” apre alle ore 10 del sabato per proseguire senza interruzioni fino alle ore 21 circa della domenica, andando ad arricchire la suggestiva e artistica “Notte dei Fiori” di Spello.

Ricco e variegato è l’assortimento di produzioni tipiche e di qualità provenienti dall’Umbria e da altre regioni italiane: piante grasse, specie da collezione e piante carnivore, le particolarissime tillandsie, pelargonium a foglia odorosa e geranei in genere, orchidee e bulbi, rose protee, ornamentali e di interesse storico, nonché produzioni e collezioni di lavande aromatiche.

E inoltre, nell’ambito delle decorazioni e dei complementi di arredo esterno: produzione artigianale sul momento di terrecotte, manufatti unici ed originalissimi creati da artigiani locali e non.

Partecipano alla mostra espositori italiani e umbri selezionati per tipicità e qualità di produzione: produttori rinomati a livello nazionale e realtà anche più piccole capaci di soddisfare le aspettative dei visitatori più esigenti, con articoli ricercati e di eccezionale bellezza ed originalità.

Tra gli espositori:

• Ceramiche Angeli Massimo, (Gualdo Tadino – PG),
• Fiori e Colori di Elena Guerra (Milano), hobbista,
• Garden Flowers (Bergamo) specializzato in bulbi,
• Hannibal plants (Latina) piante carnivore,
• Il Lavandeto di Assisi, (Assisi-PG) collezione di lavande e piante aromatiche,
• Il Pungivendolo (Viterbo) piante grasse,
• Le Rose bijoux (Latina) hobbista,
• Lumen (Spello – PG) artigianato,
• Onori Floriana (Latina) orchidee,
• Tropeal, piante tropicali
• Plantas y Viento, tillandsie.

Info, prenotazione e gestione spazi:
Francesca Rossi 0742-651772 francesca@tgceventi.it

MOSTRA DI RICAMO A MANO
7° CONCORSO “IL FIORE RICAMATO E…”

Museo delle Infiorate, Piazza della Repubblica

Indetto in occasione delle Infiorate del Corpus Domini, il concorso di ricamo a mano “IL FIORE RICAMATO E…” vuole valorizzare una tradizione antica come quella del ricamo che, attraverso pazienza e abilità manuali, continua ad esprimere l’amore per il bello come elemento di aggregazione tra vecchie e nuove generazioni. Nato con l’obiettivo di incoraggiare il recupero e la divulgazione dell’antichissima e nobile arte del ricamo, il concorso, giunto alla sua settima edizione, vede crescere di anno le adesioni da ogni parte d’Italia.

Per l’anno 2013 i concorrenti hanno sviluppato su libera scelta del tessuto, del filato, del colore, delle tecniche esecutive una composizione floreale a tema IL FIORE E… DONNA DE PARADISO.

Nel 2013 hanno partecipato 40 lavori di ricamo. I lavori premiati quest’anno e nelle edizioni passate sono esposti in una mostra, ad ingresso libero, allestita nel Museo delle Infiorate e resteranno visibili nella sezione dedicata nel sito www.infioratespello.it. La mostra, allestita nel Museo delle Infiorate, è visitabile dal 26 maggio al 30 giugno.

I membri della giuria per l’edizione 2013 del concorso sono: Giulio Proietti Bocchini, Eleonora Moretti, Maria Antonietta Ferrugia, Giovanna Picchiotti, Guglielmo Sorci.

Informazioni:
Coordinamento del Gruppo di Ricamo
Giovanna Picchiotti
via P.S.Fagotti, 12A
06038 Spello (PG)
Tel. 0742-651573

52° CONCORSO “LE INFIORATE DI SPELLO”

Le Infiorate di Spello consistono nella realizzazione di quadri e tappeti di fiori sulle strade del centro storico della città percorse dalla processione del Corpus Domini. Le opere floreali, ispirate a tematiche religiose della cristianità, partecipano a una competizione artistica a premi, suddivisa per categorie.

Principali regole che i partecipanti devono rispettare:
Infioratori: gruppi spontanei formati da almeno 5 persone (amici, parenti, conoscenti), iscritte all’Associazione Le Infiorate di Spello, che avranno nominato un maestro infioratore quale loro referente.
Materiali ammessi (pena l’eliminazione): petali di fiori, foglie, o materiale comunque proveniente dal mondo vegetale, raccolto a fresco, eventualmente essiccato. Sono vietati il legno in qualsiasi forma, e qualsiasi tipo di materiale non vegetale. E’ vietata la polverizzazione, la bruciatura e la colorazione del materiale vegetale.
Categorie: vi sono 4 categorie. Quadri (composizioni di almeno 24 mq), Tappeti Figurativi (almeno 12 m lineari, in cui siano presenti elementi figurativi), Tappeti Geometrici (almeno 12 m lineari, in cui prevalga la ripetitività delle forme), e Under-14 (opere realizzate da gruppi di giovani infioratori).
Orari: gli infioratori inizieranno a lavorare nel primo pomeriggio del sabato e dovranno aver terminato la loro opera alle ore 8 della domenica mattina, compresa pulizia della strada e rimozione degli attrezzi. E’ concessa una tolleranza di 1 ora, superata la quale si verrà penalizzati di 5 punti sulla votazione finale della giuria.

Giurie e premiazione:
Giurie: sono previste 2 giurie, che esprimono le proprie valutazioni sulla base di apposite griglie approvate dai maestri infioratori.
Giuria cat. Quadri: è composta da 5 membri esperti in discipline artistiche e teologiche, non appartenenti a nessun titolo all’Associazione Le Infiorate di Spello. La giuria 2013 è così composta:
• Giampiero Carini, architetto;
• Giovanni Cuccini, docente di Storia dell’Arte contemporanea (Università per Stranieri di Perugia) e docente di Arte sacra all’Ist. Teologico di Assisi;
• Mons. Fortunato Frezza, sottosegretario al Sinodo dei Vescovi, biblista;
• Silvio Cattani, pittore e direttore dell’Ist. d’Arte di Rovereto;
• Marianna Santoni, fotografa professionista e docente di Fotografia digitale (Università di Urbino).
L’altra giuria, estratta a sorte dai maestri infioratori, è composta da 5 maestri infioratori (o loro delegati) che andranno a valutare le opere delle categorie Tappeti figurativi, Tappeti geometrici e Under-14. Sono stati estratti i seguenti gruppi: Acquatino, P.S. Fagotti, Lisa, Borgo, Fonte de Borgo.
Premiazione: i giurati esaminano le opere a partire dalle ore 8 di domenica. Successivamente, si ritirano in camera di consiglio per determinare i vincitori nelle diverse categorie in concorso, e l’assegnazione dei Premi speciali. La premiazione si svolge alle ore 18,30 durante una festa che coinvolge tutto il paese ed incuriosisce i turisti presenti. I premi, offerti dagli sponsor, vengono consegnati dal Presidente dell’Associazione “Le Infiorate” e dal Presidente onorario, nonché Sindaco della città.

Premio “Daniele Ciampetti”: il voto degli Infioratori
Il Premio “Daniele Ciampetti” è dedicato a un giovane infioratore prematuramente scomparso il 5 giugno 2010 durante la preparazione delle infiorate. Il premio, voluto fortemente dal gruppo di infioratori di cui Daniele faceva parte, “Consolare 98”, e dalla famiglia Ciampetti, costituisce il riconoscimento che gli infioratori daranno all’opera più bella dell’edizione corrente.

Tutte le infiorate, senza distinzione di categoria, saranno giudicate dagli infioratori stessi con i criteri del regolamento del concorso principale tramite una scheda in cui ogni maestro infioratore esprimerà la sua personale classifica indicando la prima, la seconda e la terza classificata. Allo spoglio, per ogni scheda ogni infiorata avrà un punteggio in base alla posizione in classifica che le è stata attribuita (9 punti alla prima, 6 alla seconda e 4 alla terza). Con i punteggi così ottenuti sarà formulata la classifica finale.

Il gruppo vincitore del premio Ciampetti sarà premiato con un magnifico trofeo, opera dello scultore Stefano Bovi, giovane e talentuoso artista folignate, raffigurante un girasole in bronzo e rame smaltati. Il prossimo anno al gruppo vincitore sarà rilasciato un ricordo di questo riconoscimento e il trofeo sarà di nuovo rimesso in palio in una sorta di staffetta che mantenga vivo negli infioratori il ricordo dell’amico Daniele.

LE ORIGINI DELLE INFIORATE DI SPELLO

Ogni anno a Spello, in occasione del Corpus Domini, si confezionano dai 1500 ai 2000 metri di tappeti e quadri floreali che si ispirano a motivi religiosi.

L’usanza di onorare la divinità con lanci di materiale floreale o realizzazione a terra di composizioni floreali si perde nella notte dei tempi in moltissimi luoghi, ma a Spello questa tradizione, che si canalizzò nel lanciare, poi posare ad arte sulla sede stradale elementi vegetali, è documentata nell’Archivio del Comune per la prima volta nel 1831. In occasione della visita del vescovo Ignazio Cadolini che avrebbe dovuto prendere possesso della città, il 19 ottobre 1831 fu richiesto dal gonfaloniere Francesco Nicoletti a tutti gli abitanti delle case che si affacciavano sulla via principale, per la quale sarebbe passata la processione con l’alto prelato, di tenere per detto giorno ben puliti, e sgombri da ogni macerie, i rispettivi tratti di strada dirimpetto alle proprie case ed a spargervi in copia dei fiori o verdure […].
Le testimonianze iconografiche relative alle infiorate a Spello risalgono invece ai primi del ‘900: Benvenuto Crispoldi (1886-1923), pittore nonché primo sindaco socialista di Spello raffigurò in un suo dipinto il passaggio della processione del Corpus Domini sull’infiorata.
In poco tempo prese piede a Spello la composizione artistica del tappeto fiorito che trasformò la festa del Corpus Domini in un’occasione gioiosa in cui tutte le famiglie e poi gruppi di infioratori sempre più esperti potevano confrontare i propri lavori e premiare quelli giudicati migliori per abilità tecnica, precisione e creatività.
Organizzata per quaranta anni dalla Pro Spello e poi dall’Associazione “Le Infiorate di Spello”, con il patrocinio della Regione e degli Enti locali, la manifestazione richiama migliaia di visitatori e turisti: dal 2007, per l’occasione, 80-100mila persone arrivano ogni anno a Spello tra il sabato e la domenica.

L’EVENTO

Le meravigliose Infiorate che i visitatori si trovano ad ammirare sono il risultato di un complesso e difficile lavoro che richiede settimane e addirittura mesi di paziente lavoro da parte di molte persone.

Tra le fasi preliminari più importanti e impegnative dell’evento ci sono la ricerca e la raccolta di fiori e poi la selezione e la conservazione dei petali. Nei giorni che precedono il “Corpus Domini” si assiste ad una vera e propria mobilitazione generale: nutrite squadre di Infioratori si disperdono lungo i pendii del Subasio e nelle vallate umbre e altri cittadini trascorrono le serate nei pianterreni freschi, separando i petali in base ai colori e tritando finemente le erbe profumate.

Alla vigilia del Corpus Domini, sin dal primo pomeriggio, le strade di Spello interessate al percorso della Processione vengono chiuse al traffico. Si predispongono impianti di illuminazione adeguati e si provvede ad allestire sistemi di protezione antipioggia e antivento sui tratti di strada interessati, per evitare che condizioni atmosferiche avverse compromettano il lavoro degli Infioratori. Dopodiché, con varie tecniche, si inizia ad eseguire il disegno sul fondo stradale, non soggetto ad alcun trattamento. E infine si procede a depositare i petali. I lavori durano l’intera notte e alle 8 del mattino le strade risultano ricoperte da un lungo tappeto policromo e profumato: uno spettacolo unico a vedersi.

Si pensi che in un unico percorso floreale vengono mediamente realizzati circa 80 Infiorate tra tappeti – ciascuno dai 12 ai 15 metri di lunghezza, con una superficie minima di 15 mq – e quadri di grandi dimensioni – dai 25 ai 90 mq.

L’unicità del carattere delle Infiorate è dato dalla tecnica di esecuzione, che comporta l’uso esclusivo di elementi vegetali non trattati con agenti chimici o conservativi né con coloranti artificiali o polverizzati.

Con il passaggio del Sacro Corteo guidato dal Vescovo, si chiude un’esperienza di altissimo impegno artistico ed umano. Infatti, le diverse fasi dell’Infiorate coinvolgono attivamente circa duemila persone: dal bambino che raccoglie i fiori, al pensionato e all’artista che con mirabile tratto riproduce le Madonne della Scuola Umbra, gli Angeli di Giotto o le dolci figure del Botticelli.

Quando la domenica sulle bellissime infiorate scorre la Processione, lo scopo religioso è raggiunto. I preziosi tappeti di fiori possono essere ormai calpestati da chiunque. La loro effimera gloria è arrivata alla fine, al suo naturale epilogo.

REGOLE E TECNICHE DELL’INFIORATA DI SPELLO

Le Infiorate spellane seguono alcune regole fondamentali:

1. Il materiale proviene dal mondo vegetale
2. Le infiorate non possono essere di lunghezza inferiore a 12 metri e devono essere distanti almeno 1 metro dai bordi della strada, per favorire il passaggio ai visitatori.
3. Si può tracciare il disegno su carta bianca solo nella parti figurative, purché poi non venga colorato.
4. È altresì proibito usare vernici, smalti e similari, colla e derivati.
5. Le infiorate devono terminare entro le ore 9 della domenica.
6. Ai fini della premiazione sono prese in considerazione soltanto le opere di carattere religioso.
7. La Giuria è composta da 5/7 elementi.

La preparazione dell’infiorata è la fase più interessante e viva dell’evento: inizia nel primo pomeriggio del sabato – con l’allestimento delle protezioni e con la creazione o la riproduzione dei disegni sulle sezioni delle strade assegnate a ciascun gruppo – e si protrae per tutta la notte, quando gli infioratori dispongono con la massima precisione i petali sui disegni.

Le specie floreali utilizzate nelle infiorate sono numerosissime: fiordaliso, rosa, garofano, papavero, finocchio, veccia, iris, ginestra, sambuco, margherita, tarassico, cardo, serputello, planzago, viscaria, salvia, linaria, calendula, anemone, cicirilli, magnolia, cipollone, gaggia, fico, quercia, noce, cipresso, pino, orchidea selvatica.

Sono dieci le fasi tecniche dell’infiorata, che seguono un logico rituale in un crescendo di laborioso entusiasmo:

1. La prima fase è progettuale, vale a dire tiene conto della superficie stradale a disposizione, onde permettere di studiare il soggetto e i colori.

2. La seconda fase è di abbinamento tra i colori del bozzetto e dei fiori a disposizione.

3. La terza fase è quella della raccolta dei fiori, che avviene anche a qualche centinaia di chilometri e in
vari periodi.

4. La quarta fase è quella della mondatura dei fiori, che consiste nella separazione dei petali per tipo.

5. La quinta fase è la preparazione dei disegni su carta bianca, cosa questa che non tutti i gruppi necessariamente eseguono.

6. La sesta fase è quella della preparazione di stampi che facilitino il lavoro di composizione.

7. La settima fase è l’installazione di tendoni o altri sistemi di copertura che proteggano le opere dalla pioggia e da altre eventuali condizioni metereologiche avverse nonché dal vento.

8. L’ottava fase, eseguita nel pomeriggio del sabato, è quella dell’incollatura, del disegno eseguito (con colla da parati).

9. La nona fase è la composizione del disegno con petali e verdure.

10. La decima e ultima fase è la salvaguardia e la conservazione dell’infiorata mediante irrorazione di acqua con pompe e spruzzatori, in modo che i petali possano restare aderenti all’asfalto e non appassiscano al calore del sole. Lo spessore del tappeto è un elemento assai importante, si pensi per esempio che con il sole i fiori finirebbero con il ritirarsi, facendo comparire l’asfalto.

TUTTI I NUMERI DELLE INFIORATE DI SPELLO

Il turismo
Ogni anno Spello registra tra le 80 e le 100.000 presenze nella Notte dei Fiori e durante la processione del Corpus Domini. Oltre 30.000 le visite del sito web nella settimana della manifestazione: tra cui contatti americani, asiatici e i restanti dall’Italia e dall’Europa.
Un centinaio di autobus turistici, circa 400 moto e 300 camper nei parcheggi e nelle aree sosta (auto non suscettibili a conteggi fuori dai parcheggi custoditi).

La preparazione delle Infiorate
3 mesi dedicati alla raccolta dei fiori; 1.500.000 fiori raccolti annualmente;
65 specie floreali, 90 tonalità di colore, con uso esclusivo di materiale vegetale;
50 balconi e davanzali a Spello abbelliti da fiori per il concorso “Finestre, balconi e vicoli fioriti” promosso dalla Pro Loco;
12 (fino a 14) ore consecutive di lavoro da parte degli infioratori che, chini a terra, disegnano i bozzetti e depongono centinaia di milioni di petali sull’asfalto…

Le Infiorate
Nell’Infiorata di Spello, la più estesa che si conosca, vengono realizzati:
oltre 1.500 mq di tappeti e quadri floreali, il percorso comprende le principali vie e vicoli di Spello.
78 infiorate (e relativi bozzetti): 29 Quadri (da 24 a 100 mq), 36 Tappeti (da 12 a 30 mq), 13 tappeti Under 14.
da 24 a 100 mq è la misura dei quadri floreali
da 12 a 30 mq è la misura di ogni tappeto floreale
140 mq è la misura dell’Infiorata più grande mai realizzata dagli Infioratori di Spello.

Le trasferte
3 Infiorate all’estero (Betlemme, Bruxelles, Lourdes)
11 Infiorate realizzate in altre città d’Italia, tra cui: Roma, Fabriano, Cles, Padova, 3 Infiorate realizzate per Papa Giovanni Paolo II
2 infiorate realizzate per il Presidente della Repubblica (Sandro Pertini, Oscar Luigi Scalfaro)

Protagonisti e Premi
Quasi 2000 spellani di tutte le età sono coinvolti nelle varie fasi delle Infiorate, 46 Gruppi di Infioratori,
Quasi mille associati preparano e coordinano di lavori delle infiorate
3 sono le categorie previste nel concorso delle Infiorate: Quadri, Tappeti, Under 14
15 sono i premi della categoria dei Quadri;
5 i premi della categoria dei Tappeti;
5 i premi della categoria dei Under 14
8 i premi speciali assegnati con giuria propria
Al vincitore assoluto è stato assegnato Il Trofeo Properzio (statuetta in bronzo), che custodirà e consegnerà al nuovo vincitore del concorso dell’anno successivo!

I servizi
Infopoint nel centro storico di Spello a disposizione dei turisti; circa 50 esercizi commerciali nel centro storico aperti durante la notte dei fiori; circa 85 volontari hanno prestato servizio dal sabato alla domenica, fornendo informazioni e regolando il traffico dei visitatori, secondo regole precise di viabilità. Circa 6 i parcheggi messi a disposizione dei visitatori e 2 le aree di sosta riservate ai Camper.

La Processione
Solo 1 persona ogni anno, calpesta le Infiorate durante la Processione del Corpus Domini della domenica mattina: IL VESCOVO, CON IL SANTISSIMO SACRAMENTO.

Che cosa visitare a Spello
Nota come la città del Pintoricchio, Spello propone diversi percorsi di visita tematici alla scoperta dell’arte, dell’archeologia e della natura

Il percorso del Pintoricchio
• Chiesa di Santa Maria Maggiore (secc. XII-XVII), con facciata tardo cinquecentesca. All’interno, si trovano gli affreschi della Cappella Baglioni (1501) riconosciuta come il capolavoro di Bernardino di Betto detto Pintoricchio (1454-1513).
• Palazzo dei Canonici, sede della Pinacoteca, ricca di opere risalenti ai secc. XIII-XVIII.
• Chiesa di S. Andrea (XIII sec.), con affreschi di scuola folignate del sec. XV, una grande pala d’altare del Pintoricchio e un Crocifisso attribuito a Giotto.
E inoltre:
• Infopoint, punto di partenza dei percorsi di visita, localizzato nei pressi della Porta Consolare, al piano terra di Palazzo Bianconi, all’ingresso della città. Conserva un antiquarium archeologico con steli, iscrizioni e il corredo di una tomba femminile
• Museo delle Infiorate, (piano terra Palazzo Comunale), memoria storica della tradizione artistica più nota del luogo, le Infiorate del Corpus Domini
• Chiesa di S. Lorenzo (1120), profondamente modificata tra ‘500 e ‘600, conserva un prezioso tabernacolo in marmo di Flaminio Vacca (fine ‘500).
• Porta Venere e Torri di Properzio, di età augustea, una delle porte urbiche più delle città romana.
• Palazzo Comunale con la raccolta archeologica, tra cui il noto Rescritto Costantiniano, Sala dell’Editto, Sala degli Stemmi, Sala degli Zuccari e Biblioteca Fondo Antico
• Collezione Emilio Greco (2° piano Palazzo Comunale), oltre 38 opere tra litografie, acqueforti e scultore che l’artista ha donato alla città nel 1989.
• Cappella di Sant’Anna (detta Tega), piccolo contenitore artistico dell’arte mistica di Nicolò di Liberatore detto l’Alunno (sec. XV)
• Torre S. Margherita (riconosciuta dall’Unesco come monumento messaggero di cultura e di pace), sede della Fondazione Sinisca con esposizione di opere d’arte contemporanee (su prenotazione)
• Villa romana (loc. Sant’Anna, appena fuori dalle mura) con oltre 300 mq di mosaici policromi (sec.II-III d.C.)

Fuori dalle mura meritano una visita anche l’Anfiteatro romano del periodo glorioso della Colonia Julia (I secolo d.C.), la Chiesa di S. Claudio, bell’esempio di architettura romanica, costruita su un’antica area sacra, il percorso storico-naturalistico lungo l’Acquedotto Romano, che porta alla scoperta del paesaggio del Monte SUbasio, e il museo-parco di Villa Fidelia (XVI sec.), dove è ospitata la collezione della famiglia Straka-Coppa, con opere dalla fine dell’800 ai giorni nostri.

Inaugurato nel 2009, il Centro Studi Musica Medievale “A. Broegg”, con sede nella chiesa di S. Maria della Consolazione di Prato (secc.XIV-XVIII), è punto di riferimento internazionale per la musica antica e sede dell’attività dell’Ensemble Micrologus. Ospita una mostra di strumenti antichi, oltre ad affreschi di scuola Umbra.

Informazioni:
Associazione Le Infiorate di Spello
Piazza della Repubblica – 06038 Spello (PG) Tel. +39 0742-301146 – info@infioratespello.it
Comune di Spello
Via Garibaldi, 19 – 06038 Spello (PG) Tel. +39 0742-30001 – cultura@comune.spello.pg.it
Pro Loco – IAT Spello
Piazza Matteotti, 3 Tel. 0742-301009 – info@prospello.it
Sistema Museo:
Via Tempio di Diana 9; Tel. 0742-302239 spello@sistemamuseo.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone