BREAKING NEWS

Giornata conclusiva, “Energie Positive” a Perugia dal 5 al 7 novembre

Quanta energia rinnovabile ci sarà nel nostro futuro? Come attuerà l’Italia la sua politica energetica? E’ pensabile costruire un’indipendenza energetica nazionale? Le energie rinnovabili sono sostenibili da un punto di vista economico e ambientale? Questi sono alcuni dei temi trattati nel workshop “Energie Positive” che si è concluso oggi 7 novembre a Perugia. La tre giorni dedicata alle energie rinnovabili e alla green economy, organizzata dalla Fondazione Italianieuropei nel capoluogo umbro, ha visto la partecipazione di oltre quaranta relatori tra politici, studiosi, imprenditori ed esperti del settore.

Il confronto di questi tre giorni si è concentrato su argomenti di grande attualità: il mix energetico italiano, la sicurezza degli approvvigionamenti, gli obiettivi di sostenibilità ambientale, con particolare attenzione al problema delle reti e delle infrastrutture, alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica, al sistema industriale e le tecnologie per l’energia, al mercato dell’energia e alla regolamentazione, fino all’opzione nucleare e alla geopolitica dell’energia europea.

L’ultimo appuntamento di Energie Positive, svoltosi nel corso della mattinata alla Sala dei Notari di Palazzo dei Priori (Perugia), è stato aperto dalla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e dal sindaco di Perugia Wladimiro Boccali. Sul tema al centro del dibattito, “la politica europea dell’energia”, sono intervenuti: il presidente della Fondazione Italianieuropei Massimo D’Alema, l’amministratore delegato F2i Vito Gamberale, l’amministratore delegato GSE Nando Pasquali, e Paolo Scaroni amministratore delegato di Eni.

“Ci fa piacere pensare che Perugia non sia stata scelta a caso – ha sottolineato il sindaco Boccali – come hanno dimostrato i rappresentanti delle aziende umbre che sono intervenuti i giorni scorsi portando la propria esperienza. Nella nostra Umbria ci sono ‘energie positive’: imprese sensibili al rispetto dell’ambiente, una nuova politica di mobilità e in tal senso ci si sta muovendo anche nel campo dell’edilizia sostenibile”.

Gli appuntamenti e i dibattiti del workshop Energie Positive si sono suddivisi in tre giornate di dibattito: nel corso del primo appuntamento che si è tenuto venerdì 5 novembre si è discusso di “politica energetica in Italia”. Sono intervenuti: Andrea Bossola (Acea), Stefano Clò (Università di Bologna), Francesco Ferrante (vicepresidente di Kyoto Club) e inoltre il direttore IEFE Bocconi Clara Poletti, il direttore generale Federutility Adolfo Spaziani, Edoardo Zanchini di Legambiente, e la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini.

La seconda giornata del workshop si è divisa in quattro diverse sessioni. Nella prima sessione si è affrontato il tema dell’“efficienza energetica” con Henri Baguenier (amministratore del Fondo di investimento Novenergia II); Alessandro Clerici (Confindustria); Andrea Maria Nicola Costa (Telecom Italia); Lorenzo Pagliano (Politecnico di Milano); Giampaolo Valentini (ENEA efficienza energetica). A seguire, una discussione sul “sistema industriale e le tecnologie per l’energia”: a confronto esponenti di aziende del settore e docenti universitari: Gianluigi Angelantoni amministratore della Angelantoni Industrie SPA, Diego Percopo, amministratore delegato HFV, Luigi de Paoli, professore ordinario di Economia dell’energia e di Economia ambientale all’Università Bocconi di Milano, e Cesare Pozzi, condirettore del Master in Management e regolazione per l’energia sostenibile della LUISS “Guido Carli”.

Ha moderato l’incontro Diego Gavagnin di Quotidiano Energia. Nel pomeriggio si è svolta una discussione sull’attuale tema “dell’opzione nucleare” con Maurizio Cumo, ordinario di Impianti Nucleari dal 1976 presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Sapienza di Roma; Federico Testa, Parlamentare del Partito Democratico e Giuseppe Zampini, Amministratore delegato Ansalda Energia. A moderare l’incontro Giuseppe Surdi del gruppo di ricerche Fabio Gobbo, Università Luiss. A chiudere la giornata la discussione su “Le energie rinnovabili: politiche nazionali e regionali”. A parlarne: Henri Baguenier, amministratore del Fondo di investimento Novenergia II; Francesco Castellani (Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia); Marzio Galeotti (Economia dell’ambiente e dell’energia, Facoltà di scienze politiche dell’Università degli studi di Milano); Stefano Sylos Labini, ENEA Casaccia; Angelo Tartaglia (dipartimento di Fisica del Politecnico Torino); Silvano Rometti (assessore all’ambiente della Regione Umbria).

La sintesi delle discussioni di venerdì e sabato e il programma completo dell’iniziativa sono disponibili sul sito dell’evento: www.energiepositiveonline.it